Annuncio

Annuncio


Pagina 5 di 5 primaprima ... 3 4 5
Visualizzazione da 41 a 44 di 44
Discussione: L'etica a Risiko: Vantaggi E Svantaggi
  1. #41
     Serg. Magg.
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: settembre 2005
    Prov: NA - Napoli
    Messaggi: 435
    Profilo: 751 visite
    Gradimento: 31
    8.4

    n€Store
    Cash: n€ 600=
    Banca: n€ 0=

    Re: Accademia Di Risiko: L'etica A Risiko: Vantaggi E Svantaggi

    Sulla carta comunque non si finirà mai, ci sarà sempre chi pensa che bisogna iniziarla solo quando, solo con chi, che bisogna finirla quando, che bisogna usare le carte per, contro chi ect ect... ed è difficile spiegare che bisogna giocare per vincere la partita. Redstar scusami ma che fine hai fatto? E' da poco che frequento la community sia dal vivo che su internet ma praticamente non ci sei più... non giochi neanche più al digital? Possibile?
    go johnny non è in linea
  2. #42
     Colonnello
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 253
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    n€Store
    Cash: n€ 23 142=
    Banca: n€ 0=

    "L'etica del Risiko"

    Nei tornei "l' etica del Risiko" non esiste. Il regolamento di gioco, che e' quello che definisce il gioco, non ne parla. Ogni giocatore e' libero di fare le mosse che crede. Se sono all'interno del regolamento sono lecite.

    Quindi perche' parlare di qualcosa che non esiste? perche' esiste comunque un comportamento sportivo e uno antisportivo. Il comportamento sportivo e' tenuto da coloro che hanno rispetto umano, quello antisportivo da coloro che non hanno rispetto umano. Questi ultimi, gli antisportivi, non dovrebbero mai giocare ad alcun gioco, perche' rovinano lo spirito di qualunque gioco.

    Cosa vuol dire essere antisportivi nel risiko? Vuol dire giocare una partita accordandosi in modo occulto (cioe' prima e/o al di fuori dell apartita) con uno o piu' giocatori, allo scopo di favorirne uno, che sia esso presente in partita o al di fuori, ma in classifica.
    Essere antisportivi vuol dire anche sfruttare eventuali bug del programma o del server per trarre giovamento da qualcosa che e' all'esterno del regolamento di gioco.

    Cosa vuol dire essere sportivi nel Risiko? Vuol dire giocare una partita senza accordi occulti con altri giocatori. Per accordi occulti si intendono accordi prepartita e al di fuori della partita (usando ad esempio telefono o msn), escludendo quindi uno o piu' probabilmente due giocatori (nelle partite da torneo, a 4 giocatori).
    Essere sportivi significa non sfruttare eventuali bug del gioco come metodo per vincere.
    Essere sportivi significa anche, in un torneo, giocare al meglio per vincere. Se le nostre manovre sono all'interno del regolamento, e non utilizziamo bug o problemi del server, le nostre mosse sono lecite. E' lecito penalizzare un avversario se e' utile alla nostra vittoria, ed anche se e' utile alla nostra classifica. Qualsiasi mossa che compiamo senza accordi occulti e senza favorire volontariamente qualcun altro e' lecita. Favorire noi stessi, da soli, e' lecito.

    ---------------------------

    Nelle tante partite giocate e sul forum, mi e' capitato di incontrare, oltre alla mia (cioe' giocatori che condividono quanto ho appena esposto), fondamentalmente due tipologie di giocatori.

    1) Prima tipologia: I "patiti" dell' etica. Questa giocatori confondono la partita di risiko (che e' solo una partita, e risiko soltanto un gioco) con la vita. Quindi ogni azione che penalizza troppo un giocatore e' scorretta anche se e' stata fatta seguendo i criteri della sportivita' enunciati sopra. Questi giocatori ritengono che esistano "regole non scritte" alle quali attenersi. Non il rispetto umano che deve esserci SEMPRE, ma la famosa e presunta "etica". Io concordo che esiste una etica, ma e' ben diversa e ben superiore a queste regolette che sono invece antietiche. L'etica superiore io la chiamo appunto "rispetto umano". Rispetto umano significa non far del male a una persona con intenzione. Fatto salvo questo, possiamo decidere di eliminare un giocatore da una partita se ci favorisce. Se una persona se la prende a male per una onesta azione, sbaglia.

    In una partita amichevole le cosiddette "regole non scritte" possono anche avere senso ed anzi essere piu' importanti del regolamento di gioco (siamo tra amici). Ma in una partita di torneo e' pericolosissimo pensare a regole non scritte. E' pericoloso perche' ognuno ha le sue, e quindi anche i cosiddetti "giocatori etici" sono in contrasto persino tra loro. Questo porta al secondo pericolo, cioe' che non si sa quali siano le regole, e quindi ogni mossa e' potenzialmente scorretta per almeno un giocatore. Questo e' il motivo per cui tutti dobbiamo accettare il regolamento come UNICO dispensatore di regole. Non sono regole di vita, ne' di etica, sono regole di una semplice partita e torneo di Risiko. Le accettiamo iscrivendoci, per avere un testo che ci dica cosa possiamo fare e cosa no, a prescindere che siamo d'accordo o no. Non stiamo facendo politica, stiamo giocando. Un regolamento ci vuole, altrimenti ognuno gioca ad un gioco diverso e non si puo' giocare una competizione insieme serenamente. Il giocatore degno di questo nome sa accettare una sconfitta, ed anche gli errori degli avversari, perche' sa che e' solo una partita di Risiko.
    Il rispetto umano ovviamente non deve mai venire meno. Non e' che si puo' picchiare un giocatore perche' tanto non e' espressamente vietato dal regolamento!

    2) Seconda tipologia: quelli che non hanno rispetto umano. Questi sono gli antisportivi peggiori. Sono quelli che approfittano di tutto per avere un vantaggio, persino accordi occulti. Non mi dilungo oltre, siamo tutti d'accordo, persino i "patiti dell' etica". Chi vince imbrogliando, pur di vedere il proprio nickname in alto nella classifica, non merita la vittoria. E loro lo sanno!


    Quindi, concludendo e sperando che tutti prima o poi facciate parte della tipologia 3 come me e tanti altri, e' il regolamento di gioco che definisce il gioco, non le regole non scritte, tenendo sempre presente ch ein aggiunta al regolamento di gioco esiste cio' che va ben al di sopra delle regole non scritte e dei concetti di etica: il rispetto degli altri giocatori, che sono PERSONE PRIMA CHE GIOCATORI. Questo rispetto viene PRIMA del regolamento di gioco. Ma non e' da confondersi con la presunta ed inesistente "etica del Risiko". Esiste una etica della vita e del partecipare a competizioni sportive, ma non esiste una "etica del Risiko".
    Giudicare preclude la possibilità di conoscere.
    "La mia libertà finisce dove comincia la vostra." - Martin Luther King

    Non abbandonerò alcuna partita, per alcun motivo, nemmeno subito dopo lo start. Questa comunicazione è da considerarsi sostitutiva di una analoga comunicazione pre-partita.

    egcommunity.it
    Quando diamo un giudizio assoluto (non limitato ad un fatto) su una persona, stiamo in realtà esprimendo il giudizio che abbiamo di noi stessi.
    paperinikredstar non è in linea
  3. #43
     Generale CSM
     Administrator
    Forum Utente non accreditato
    Dal: gennaio 2003
    Prov: MI - Milano
    Messaggi: 62 720
    Profilo: 23519 visite
    Gradimento: 388
    9.1

    n€Store
    Cash: n€ 131 064=
    Banca: n€ 15 034=

    Re: "L'etica del Risiko"

    Riporto, a futura memoria, quanto già scritto dall'Arbitro Ufficilae, spartac, tempo fa qui:

    Mi dispiace, ma non possiamo accettare che venga aperta una discussione di questo genere.

    Le regole del gioco, comprese quelle "non scritte", sono una cosa che riguarda noi di Editrice Giochi e non i giocatori.

    Che cosa sia lecito o meno fare nel corso del gioco dipende esclusivamente dalle regole ufficiali.

    Mandare a 8 un giocatore è cose del tutto legittima sin dal primo turno di gioco.

    La cartina è una tattica di gioco alla quale si può rispondere sul campo senza bisogno che vi siano limitazioni previste dal "regolamento".

    Eliminare un giocatore è non solo legittimo, ma nel torneo Challenge anche "utile", quindi ogni giocatore deve sentirsi libero di farlo se lo ritiene giusto.

    Ogni giocatore è del tutto libero di attaccare chi preferisce, anche perchè la definizione di "più forte", in un gioco come Risiko, è cosa del tutto opinabile.

    In Challenge i giocatori devono essere liberi di poter proseguire la partita se lo ritengono corretto. Nessuno deve sentirsi "obbligato" ad abbandonare in nome di una norma non scritta.

    In parole più semplici, tutte le proposte fatte sono ufficialmente respinte, la discussione chiusa e siete tutti pregati di non aprirne un'altra di questo genere.

    Grazie.

    Spartaco Albertarelli
    Arbitro Ufficiale EG RisiKo!
    義 勇 仁 礼 誠 名誉 忠義
    moralista ad assetto variabile: Torquemada con gli altri, Ponzio Pilato con i suoi
    highlander non è in linea
  4. #44
     Colonnello
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 253
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    n€Store
    Cash: n€ 23 142=
    Banca: n€ 0=

    Re: Accademia Di Risiko: L'etica A Risiko: Vantaggi E Svantaggi

    Quote go johnny ha scritto:
    Sulla carta comunque non si finirà mai, ci sarà sempre chi pensa che bisogna iniziarla solo quando, solo con chi, che bisogna finirla quando, che bisogna usare le carte per, contro chi ect ect... ed è difficile spiegare che bisogna giocare per vincere la partita. Redstar scusami ma che fine hai fatto? E' da poco che frequento la community sia dal vivo che su internet ma praticamente non ci sei più... non giochi neanche più al digital? Possibile?
    Sono tornato, da qualche mese
    paperinikredstar non è in linea

Pagina 5 di 5 primaprima ... 3 4 5

Discussioni simili

  1. Ordine del giro e vantaggi
    Da JohnnyStecchino nel forum RisiKo! le versioni da tavolo
    Risposte: 16
    Ultimo post: 22-09-2010, 18:33
  2. Vantaggi per categorie
    Da Mines nel forum Community Board
    Risposte: 2
    Ultimo post: 09-08-2007, 23:19
  3. ETICA PER IL RISIKO LIVE
    Da go johnny nel forum RisiKo! Accademia
    Risposte: 22
    Ultimo post: 20-12-2006, 21:28

Navigazione

Tag per questa discussione