Annuncio

Annuncio


Pagina 1 di 6 1 2 3 ... ultimoultimo
Visualizzazione da 1 a 10 di 57
Discussione: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?
  1. #1
     S.tenente
     Gobbaccio
    Forum Utente non accreditato
    Dal: gennaio 2012
    Prov: RM - Roma
    Messaggi: 1 131
    Profilo: 215 visite
    Gradimento: 23
    9.6

    n€Store
    Cash: n€ 4 225=
    Banca: n€ 0=

    giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Volevo aprire una finestra su una questione che riguarda un certo tipo di situazione, in cui molti di voi si saranno trovati durante un torneo di Risiko live. Questa è la domanda: è opportuno compiere azioni di gioco, che possono condizionare l’esito dell’incontro, quando si è lontani dal vincere la partita?

    Mi è capitato personalmente, durante l’ultimo Master di qualificazione al nazionale, che uno dei giocatori, mentre si svolgeva l’ennesimo turno di sdadata, ha provato ad andare a Risiko. Per la verità c’era quasi riuscito, visto che il suo obiettivo era conquistare l’ Oceania, il sud dell’Asia, l’Africa e l’Europa non ha considerando tuttavia le capacità di resistenza dei Congolesi ( dico così per non dire che ha sbagliato i calcoli, altrimenti si arrabbia). Con questa azione tuttavia aveva rischiato di eliminare un avversario la cui unica “colpa” era di avere un obiettivo simile al suo e quindi di conseguenza, di possedere molti territori che gli interessavano. L’occasione quindi era ghiotta, visto che l’avversario in difficoltà era molto lontano dalla possibilità di vincere la partita ed i suoi territori erano poco difesi ed appetibili. Trattandosi poi della prima partita infine, un punteggio altissimo come quello che da un Risiko ti proietta sicuramente in semifinale subito ed in molti casi anche in finale e quindi il suo tentativo a mio avviso era più che lecito. Per sua sfortuna però la partita dopo non essere riuscito a conquistare il Congo non è finita in sdadata durante il suo turno ed il giocatore che aveva subito l’attacco gli ha reso pan per focaccia, calando il tris e riprendendosi tutti i paesi persi e anche qualcuno in più ma rimanendo comunque lontano da ogni possibilità di vincere la partita. A quel punto la situazione si è capovolta a mio favore ed io che avevo 63 punti mi sono ritrovato in vantaggio, visto che il giocatore che aveva provato a fare Risiko aveva riperso tutti i territori conquistati e si era ritrovato da avere 83 punti ad averne 59…… Ovviamente non mi sono lasciato scappare l’occasione conquistando al mio turno anche il Medio Oriente, passando da 63 a 69 e naturalmente vincendo la partita con un punteggio alto che mi ha permesso di accedere alle semifinali.

    La domanda a questo punto è: il comportamento del secondo giocatore è stato etico?

    E’ stato giusto far perdere la partita al primo, sapendo di non poter vincere e di fare un punteggio comunque basso, che difficilmente gli avrebbe permesso ( come in effetti è stato ) di passare il turno anche vincendo la seconda partita?

    Ed ancora: si falsa più una partita, in casi del genere e cioè se continui a giocare o se ti defili rafforzandoti solamente e lasciando che giochino i più forti?

    Io attraverso l’azione del secondo giocatore ho potuto vincere una partita quasi persa mentre il primo, al contrario, ha perso avendo la vittoria in tasca. Se il secondo giocatore non avesse giocato il tris e non avesse provato a riprendersi i territori persi , non avrebbe danneggiato me che a quel punto non sarei probabilmente riuscito a vincere la partita?

    Non avrebbe anche in questo caso falsato la partita?

    Il mio modesto parere e non perché in questo caso sono stato favorito, è che è giusto giocare sempre anche se non hai molta possibilità di vincere perché anche piazzare senza giocare può provocare un danno agli altri giocatori sia per le ragioni che ho elencato sia perché si rischia di fare da tappo nei territori in proprio possesso, bloccando l’azione di un giocatore a favore di un altro, come accade nel gioco a tre con il gost in cui ognuno ha tuttavia la possibilità di utilizzarlo a proprio favore. Capisco infine che le situazioni possono essere diverse a seconda che giochi solo per la vittoria, come nel caso di una semifinale, o se è sufficiente fare punti come in un secondo turno, quando hai vinto la prima partita e magari e con un buon punteggio.

    Mi dite la vostra?
    Giocano a dadi gli uomini, resta sul tavolo un avanzo di magia......
  2. #2
     T. Col. C.te
     Campione
     Nazionale
    Forum Utente non accreditato
    Dal: febbraio 2003
    Prov: RM - Roma
    Messaggi: 9 267
    Profilo: 12799 visite
    Gradimento: 187
    8.3

    n€Store
    Cash: n€ 1 869=
    Banca: n€ 2 250=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Lo faccio io prima di altri: usa il tasto cerca

    La mia opinione la conosci, ne abbiamo parlato di persona
    RCU Il Gufo di Roma- vi aspettiamo!!
    Colasante
    Non perdere tempo con l'invidia, a volte sei in testa, a volte resti indietro: la corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso
    Ho imparato...
    Giocatore della prima storica partita di RisiKo! Digital, 9/12/02
  3. #3
     Generale
     SuperModerator
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Torino
    Prov: TO - Torino
    Messaggi: 14 588
    Profilo: 9013 visite
    Gradimento: 192
    8.5

    n€Store
    Cash: n€ 6 550=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Quote Randal60 il 11-10-12 alle 15:42 ha scritto: Visualizza il messaggio
    Volevo aprire una finestra su una questione che riguarda un certo tipo di situazione, in cui molti di voi si saranno trovati durante un torneo di Risiko live. Questa è la domanda: è opportuno compiere azioni di gioco, che possono condizionare l’esito dell’incontro, quando si è lontani dal vincere la partita?

    Mi è capitato personalmente, durante l’ultimo Master di qualificazione al nazionale, che uno dei giocatori, mentre si svolgeva l’ennesimo turno di sdadata, ha provato ad andare a Risiko. Per la verità c’era quasi riuscito, visto che il suo obiettivo era conquistare l’ Oceania, il sud dell’Asia, l’Africa e l’Europa non ha considerando tuttavia le capacità di resistenza dei Congolesi ( dico così per non dire che ha sbagliato i calcoli, altrimenti si arrabbia). Con questa azione tuttavia aveva rischiato di eliminare un avversario la cui unica “colpa” era di avere un obiettivo simile al suo e quindi di conseguenza, di possedere molti territori che gli interessavano. L’occasione quindi era ghiotta, visto che l’avversario in difficoltà era molto lontano dalla possibilità di vincere la partita ed i suoi territori erano poco difesi ed appetibili. Trattandosi poi della prima partita infine, un punteggio altissimo come quello che da un Risiko ti proietta sicuramente in semifinale subito ed in molti casi anche in finale e quindi il suo tentativo a mio avviso era più che lecito. Per sua sfortuna però la partita dopo non essere riuscito a conquistare il Congo non è finita in sdadata durante il suo turno ed il giocatore che aveva subito l’attacco gli ha reso pan per focaccia, calando il tris e riprendendosi tutti i paesi persi e anche qualcuno in più ma rimanendo comunque lontano da ogni possibilità di vincere la partita. A quel punto la situazione si è capovolta a mio favore ed io che avevo 63 punti mi sono ritrovato in vantaggio, visto che il giocatore che aveva provato a fare Risiko aveva riperso tutti i territori conquistati e si era ritrovato da avere 83 punti ad averne 59…… Ovviamente non mi sono lasciato scappare l’occasione conquistando al mio turno anche il Medio Oriente, passando da 63 a 69 e naturalmente vincendo la partita con un punteggio alto che mi ha permesso di accedere alle semifinali.

    La domanda a questo punto è: il comportamento del secondo giocatore è stato etico?

    E’ stato giusto far perdere la partita al primo, sapendo di non poter vincere e di fare un punteggio comunque basso, che difficilmente gli avrebbe permesso ( come in effetti è stato ) di passare il turno anche vincendo la seconda partita?

    Ed ancora: si falsa più una partita, in casi del genere e cioè se continui a giocare o se ti defili rafforzandoti solamente e lasciando che giochino i più forti?

    Io attraverso l’azione del secondo giocatore ho potuto vincere una partita quasi persa mentre il primo, al contrario, ha perso avendo la vittoria in tasca. Se il secondo giocatore non avesse giocato il tris e non avesse provato a riprendersi i territori persi , non avrebbe danneggiato me che a quel punto non sarei probabilmente riuscito a vincere la partita?

    Non avrebbe anche in questo caso falsato la partita?

    Il mio modesto parere e non perché in questo caso sono stato favorito, è che è giusto giocare sempre anche se non hai molta possibilità di vincere perché anche piazzare senza giocare può provocare un danno agli altri giocatori sia per le ragioni che ho elencato sia perché si rischia di fare da tappo nei territori in proprio possesso, bloccando l’azione di un giocatore a favore di un altro, come accade nel gioco a tre con il gost in cui ognuno ha tuttavia la possibilità di utilizzarlo a proprio favore. Capisco infine che le situazioni possono essere diverse a seconda che giochi solo per la vittoria, come nel caso di una semifinale, o se è sufficiente fare punti come in un secondo turno, quando hai vinto la prima partita e magari e con un buon punteggio.

    Mi dite la vostra?
    a parte che, secondo me, tutto è lecito (sia che si decida di attaccare sia che si stia fermi).

    Poi se parliamo di una partita dove i punti tavolo sono molto importanti anche se non si vince, che te lo dico a fare?


    "Non esiste un insegnante più difficile dell'esperienza. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione."
  4. #4
     Magg. C.te
     SuperPippa
    Forum Utente non accreditato
    Dal: maggio 2005
    Prov: CA - Cagliari
    Messaggi: 4 536
    Profilo: 2692 visite
    Gradimento: 96
    9.1

    n€Store
    Cash: n€ 21 814=
    Banca: n€ 64 125=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Vecchia discussione me sempre attuale.
    Giro un po la tua domanda. Se la persona in questione fosse stata ferma non avrebbe consegnato la vittoria al tuo avversario sfavorendo te?
    Il suo immobilismo sarebbe stato "etico" per dirla con il termine usato da te decidendo comunque le sorti di una partita?
    Se ci si qualifica 17° o 13° per pochi punti di distacco da chi precede in classifica ritieni allora una scelta ottimale aver rinunciato ai propri punti ? (trattandosi poi della prima partita come nel tuo caso il rischio può essere concreto).
    ciao
    momo
    "Le chiaviche della mia stanza sono anche le tue!" (cit)
  5. #5
     S.tenente
     Gobbaccio
    Forum Utente non accreditato
    Dal: gennaio 2012
    Prov: RM - Roma
    Messaggi: 1 131
    Profilo: 215 visite
    Gradimento: 23
    9.6

    n€Store
    Cash: n€ 4 225=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Quote momocao il 11-10-12 alle 17:06 ha scritto: Visualizza il messaggio
    Vecchia discussione me sempre attuale.
    Giro un po la tua domanda. Se la persona in questione fosse stata ferma non avrebbe consegnato la vittoria al tuo avversario sfavorendo te?
    Il suo immobilismo sarebbe stato "etico" per dirla con il termine usato da te decidendo comunque le sorti di una partita?
    Se ci si qualifica 17° o 13° per pochi punti di distacco da chi precede in classifica ritieni allora una scelta ottimale aver rinunciato ai propri punti ? (trattandosi poi della prima partita come nel tuo caso il rischio può essere concreto).
    ciao
    momo
    E infatti ripeto che dal mio punto di vista ha fatto bene a giocare ed io, specialmente in quel tipo di torneo e nella prima partita probabilmente avrei fatto la stessa cosa, poi però mi sarei chiesto dopo essere stato eliminato al secondo turno: "hai fatto bene oppure ti sei comportato in modo scorretto?". Il confine è sottile ed è per questo che volevo conoscere il vostro parere.

    Ho anche fatto un distinguo, per rispondere a Lorenzo, tra una partita che si gioca per far punti ( se non puoi vincere ) ed una in cui conta solo la vittoria; anche se pure in quel caso penso sia sempre giusto giocare, per non favorire chi potrebbe trarre vantaggio dal tuo immobilismo. Nel gioco infatti è bello vincere ma, parafrasando al contrario una frase del grande Boniperti, non è l'unica cosa che conta è anche divertente partecipare.

  6. #6
     Generale
     SM Campione
     Nazionale
    Forum Utente non accreditato
    Dal: marzo 2004
    Da: Torino
    Prov: TO - Torino
    Messaggi: 8 480
    Profilo: 9204 visite
    Gradimento: 198
    8.6

    n€Store
    Cash: n€ 8 569=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Quote Randal60 il 11-10-12 alle 15:42 ha scritto: Visualizza il messaggio
    Volevo aprire una finestra su una questione che riguarda un certo tipo di situazione, in cui molti di voi si saranno trovati durante un torneo di Risiko live. Questa è la domanda: è opportuno compiere azioni di gioco, che possono condizionare l’esito dell’incontro, quando si è lontani dal vincere la partita?

    Mi è capitato personalmente, durante l’ultimo Master di qualificazione al nazionale, che uno dei giocatori, mentre si svolgeva l’ennesimo turno di sdadata, ha provato ad andare a Risiko. Per la verità c’era quasi riuscito, visto che il suo obiettivo era conquistare l’ Oceania, il sud dell’Asia, l’Africa e l’Europa non ha considerando tuttavia le capacità di resistenza dei Congolesi ( dico così per non dire che ha sbagliato i calcoli, altrimenti si arrabbia). Con questa azione tuttavia aveva rischiato di eliminare un avversario la cui unica “colpa” era di avere un obiettivo simile al suo e quindi di conseguenza, di possedere molti territori che gli interessavano. L’occasione quindi era ghiotta, visto che l’avversario in difficoltà era molto lontano dalla possibilità di vincere la partita ed i suoi territori erano poco difesi ed appetibili. Trattandosi poi della prima partita infine, un punteggio altissimo come quello che da un Risiko ti proietta sicuramente in semifinale subito ed in molti casi anche in finale e quindi il suo tentativo a mio avviso era più che lecito. Per sua sfortuna però la partita dopo non essere riuscito a conquistare il Congo non è finita in sdadata durante il suo turno ed il giocatore che aveva subito l’attacco gli ha reso pan per focaccia, calando il tris e riprendendosi tutti i paesi persi e anche qualcuno in più ma rimanendo comunque lontano da ogni possibilità di vincere la partita. A quel punto la situazione si è capovolta a mio favore ed io che avevo 63 punti mi sono ritrovato in vantaggio, visto che il giocatore che aveva provato a fare Risiko aveva riperso tutti i territori conquistati e si era ritrovato da avere 83 punti ad averne 59…… Ovviamente non mi sono lasciato scappare l’occasione conquistando al mio turno anche il Medio Oriente, passando da 63 a 69 e naturalmente vincendo la partita con un punteggio alto che mi ha permesso di accedere alle semifinali.

    La domanda a questo punto è: il comportamento del secondo giocatore è stato etico?

    E’ stato giusto far perdere la partita al primo, sapendo di non poter vincere e di fare un punteggio comunque basso, che difficilmente gli avrebbe permesso ( come in effetti è stato ) di passare il turno anche vincendo la seconda partita?

    Ed ancora: si falsa più una partita, in casi del genere e cioè se continui a giocare o se ti defili rafforzandoti solamente e lasciando che giochino i più forti?

    Io attraverso l’azione del secondo giocatore ho potuto vincere una partita quasi persa mentre il primo, al contrario, ha perso avendo la vittoria in tasca. Se il secondo giocatore non avesse giocato il tris e non avesse provato a riprendersi i territori persi , non avrebbe danneggiato me che a quel punto non sarei probabilmente riuscito a vincere la partita?

    Non avrebbe anche in questo caso falsato la partita?

    Il mio modesto parere e non perché in questo caso sono stato favorito, è che è giusto giocare sempre anche se non hai molta possibilità di vincere perché anche piazzare senza giocare può provocare un danno agli altri giocatori sia per le ragioni che ho elencato sia perché si rischia di fare da tappo nei territori in proprio possesso, bloccando l’azione di un giocatore a favore di un altro, come accade nel gioco a tre con il gost in cui ognuno ha tuttavia la possibilità di utilizzarlo a proprio favore. Capisco infine che le situazioni possono essere diverse a seconda che giochi solo per la vittoria, come nel caso di una semifinale, o se è sufficiente fare punti come in un secondo turno, quando hai vinto la prima partita e magari e con un buon punteggio.

    Mi dite la vostra?
    Ciao.
    L'unico caso in cui mi "fermo" è quando non ho davvero alcuna possibilità di vincere la partita di realizzare un punteggio che possa aiutarmi nel torneo stesso.
    Premesso che questa formula Master ricade nel secondo caso, considera anche che la sdadata può essere molto lunga ed imprevedibile.
    Non trovo assolutamente scorretto attaccare, nè trovo scorretto fermarsi.
    Ricordati che ogni mossa, dalla prima all'ultima, condiziona l'esito del game.



    Fresco fresco Master di Limbiate: in semifinale l'avversario che giocava prima di me, dopo che ci siamo massacrati in sdadata, ha scelto di immobilizzarsi, tentando di sdadare senza neanche piazzare i rinforzi, avvantaggiandomi.

    In quel contesto l'ho trovata una scelta sbagliatissima per due motivi: avevo 20 carri in tutto sulla plancia, e lui poteva tranquillamente fare 35 punti senza tris, quindi tornare in corsa per il game.

    L'altro motivo è che oltre a togliermi il gusto di una vittoria ha provocato parecchia amarezza nel terzo player, che giustamente si aspettava una reazione. Amarezza che ho provato anche io per lui...figurati.

    Certo, non lo giudico scorretto, ma io al posto suo avrei agito diversamente.

    La partita è finita così: io 53, l'altro 48, l'immobile 20.
    Non trovo una foto della plancia, ma immagina il tabellone...

    Domenico, se ce l'hai posta una foto. Ti rinnovo qui un abbraccio. Mi dispiace ancora per te.
  7. #7
     Colonnello C.te
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: luglio 2003
    Prov: FC - Forlì-Cesena
    Messaggi: 13 011
    Profilo: 5269 visite
    Gradimento: 162
    8.3

    n€Store
    Cash: n€ 72 561=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    ..se se..fermarsi..avrà goduto come una scimmia a cambiargli addosso il tris!
    "..le parole del colonnello dicevano stranamente che l' Italia era la',la'...dove,non lo intendevamo,ma noi la facemmo lì,fra i reticolati,sotto gli occhi severi e giudici dei prigionieri russi e francesi che volevano vedere chi fossero questi-"macaroni"-" Adler Raffaelli
  8. #8
     S.tenente
     Gobbaccio
    Forum Utente non accreditato
    Dal: gennaio 2012
    Prov: RM - Roma
    Messaggi: 1 131
    Profilo: 215 visite
    Gradimento: 23
    9.6

    n€Store
    Cash: n€ 4 225=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    Quote Yari il 11-10-12 alle 18:59 ha scritto: Visualizza il messaggio
    Ciao.
    L'unico caso in cui mi "fermo" è quando non ho davvero alcuna possibilità di vincere la partita di realizzare un punteggio che possa aiutarmi nel torneo stesso.
    Premesso che questa formula Master ricade nel secondo caso, considera anche che la sdadata può essere molto lunga ed imprevedibile.
    Non trovo assolutamente scorretto attaccare, nè trovo scorretto fermarsi.
    Ricordati che ogni mossa, dalla prima all'ultima, condiziona l'esito del game.



    Fresco fresco Master di Limbiate: in semifinale l'avversario che giocava prima di me, dopo che ci siamo massacrati in sdadata, ha scelto di immobilizzarsi, tentando di sdadare senza neanche piazzare i rinforzi, avvantaggiandomi.

    In quel contesto l'ho trovata una scelta sbagliatissima per due motivi: avevo 20 carri in tutto sulla plancia, e lui poteva tranquillamente fare 35 punti senza tris, quindi tornare in corsa per il game.

    L'altro motivo è che oltre a togliermi il gusto di una vittoria ha provocato parecchia amarezza nel terzo player, che giustamente si aspettava una reazione. Amarezza che ho provato anche io per lui...figurati.

    Certo, non lo giudico scorretto, ma io al posto suo avrei agito diversamente.

    La partita è finita così: io 53, l'altro 48, l'immobile 20.
    Non trovo una foto della plancia, ma immagina il tabellone...

    Domenico, se ce l'hai posta una foto. Ti rinnovo qui un abbraccio. Mi dispiace ancora per te.
    Grazie Yari la tua risposta è come sempre chiara ed articolata, era proprio questo il senso della mia domanda.

  9. #9
     Colonnello C.te
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: gennaio 2003
    Da: Milano
    Prov: MI - Milano
    Messaggi: 13 820
    Profilo: 13282 visite
    Gradimento: 276
    8.5

    n€Store
    Cash: n€ 126=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    A parte l'utile uso del tasto "cerca" (che è già stato utilizzato), giova sempre ricordare che il caso in questione viene normalmente studiato da chi si occupa professionalmente di giochi.

    Si chiama "dilemma del Kingmaker" e prevede che, in qualsiasi gioco con più di due partecipanti, sia inevitabile che le azioni di uno che non ha più possibilità matematiche di vincere la partita finiscano per favorire (o sfavorire a seconda dei punti di vista) la vittoria di un altro giocatore.

    In altre parole, qualsiasi cosa faccia, il Kingmaker avrà fatalmente un impatto decisivo sull'esito finale della partita.
    Spartaco Albertarelli
  10. #10
     Caporale
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: ottobre 2012
    Prov: PU - Pesaro e Urbino
    Messaggi: 101
    Profilo: 88 visite
    Gradimento: 12
    6.2

    n€Store
    Cash: n€ 3 425=
    Banca: n€ 0=

    Re: giocare o defilarsi per non falsare una partita live?

    giocare sempre e comunque fino alla fine.

Pagina 1 di 6 1 2 3 ... ultimoultimo

Navigazione

Tag per questa discussione