Annuncio

Annuncio


Pagina 3 di 4 primaprima 1 2 3 4 ultimoultimo
Visualizzazione da 21 a 30 di 38
Discussione: Monografia: il gioco della carta
  1. #21
     Colonnello
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 253
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    n€Store
    Cash: n€ 23 142=
    Banca: n€ 0=
    Ciao Maio,
    io ritengo fondamentale che la parola "scorretto" scompaia PER SEMPRE dagli appellativi con i quali si identifica il gioco della carta (fatta eccezione sull' accordo preventivo, che e' sempre scorretto con qualunque tattica, non soltanto con il gioco della carta).
    Come per ogni altra tattica il gioco della carta non e' ne' giusto ne' sbagliato, perche' e' una tattica. Giusto o sbagliato puo' essere l'uso che se ne fa, ma "giusto" e "sbagliato" qui hanno il senso di "utile" o "dannoso". Dannoso lo sostituirei a scorretto, mi pare molto piu' adeguato.
    Percio' se utilizzare il gioco della carta porta vantaggi e' utile, altrimenti e' dannoso. Ovvio, no?

    Riguardo alla tua partita devi considerare che, proprio perche' il gioco della carta non e' scorretto, esso non sottintende alcun patto di non belligeranza tra i "compagni". A volte puo' esserci, altre volte no, come nel caso che hai descritto.
    Ognuno e' libero di fare cio' che vuole. Io decido turno per turno cosa fare. A volte non attacco il mio "compagno" di carta, altre volte lo attacco. Faccio quello che ritengo piu' vantaggioso per me. Poi i risultati mi daranno ragione o torto.
    Si tratta di un gioco di guerra.
    Quindi nel caso che riporti la domanda e': il tuo avversario ha tratto vantaggio oppure no dal suo comportamento?


    Redstar
    Giudicare preclude la possibilità di conoscere.
    "La mia libertà finisce dove comincia la vostra." - Martin Luther King

    Non abbandonerò alcuna partita, per alcun motivo, nemmeno subito dopo lo start. Questa comunicazione è da considerarsi sostitutiva di una analoga comunicazione pre-partita.

    egcommunity.it
    Quando diamo un giudizio assoluto (non limitato ad un fatto) su una persona, stiamo in realtà esprimendo il giudizio che abbiamo di noi stessi.
    paperinikredstar non è in linea
  2. #22
     Generale h.c.
     Avvocato
    Premium: 150º 88p.
    GT/GS/Vitt: 3/1/0
    Pr3stige: 171º 717p.
    GT/Vitt: 11/2
    Forum Utente non accreditato
    Dal: luglio 2003
    Prov: LT - Latina
    Messaggi: 7 479
    Profilo: 14745 visite
    Gradimento: 355
    7.9

    n€Store
    Cash: n€ 9 263=
    Banca: n€ 0=
    Dall'alto della mia pippagine volevo suggerire a Redstar l'opportunità (o meno) di inserire fra le tecniche per proporre cartina, oltre al ritito di armate, quella di attaccare un territorio portandosi volutamente a due armate per poi fare cartina

    Il problema è se il destinatario del messaggio lo capisce

    Il vantaggio puo essere che non hai un territorio dove spostare i tuoi carri o che, con l'occasione della artina, dai una bella botta al piu forte...
    Che ne pensi?
    Amedeo non è in linea
  3. #23
     Colonnello
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 253
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    n€Store
    Cash: n€ 23 142=
    Banca: n€ 0=

    amedeo il 30/03/04 alle 15:57 ha scritto:


    Dall'alto della mia pippagine volevo suggerire a Redstar l'opportunità (o meno) di inserire fra le tecniche per proporre cartina, oltre al ritito di armate, quella di attaccare un territorio portandosi volutamente a due armate per poi fare cartina

    Il problema è se il destinatario del messaggio lo capisce

    Il vantaggio puo essere che non hai un territorio dove spostare i tuoi carri o che, con l'occasione della artina, dai una bella botta al piu forte...
    Che ne pensi?
    Se non hai possibilita' di fare lo spostamento dovrebbe essere qualun altro a farlo. Se nessuno lo puo' fare puoi decidere di attaccare un territorio del giocatore che vuoi escludere (altrimenti difficilmente funziona). In ogni caso, se per proporre carta devi "farti il culo" non ha molto senso farlo. Significa che non ci sono avversari che vogliono fare cartina.
    Pero' la tua tecnica puo' essere utile, se si e' ben consci che piu' che facendo carta ci si sta "spostando". Lo faccio anche io a volte, se non ho altre opportunita'.

    Purtroppo ci sono partite in cui gli avversari si ostinano a non capire cosa devono fare e a piazzare dall'inizio alla fine senza tentare nulla. L'unica consolazione e' che piazzando sempre la partita finisce prima.

    Ciao


    Redstar
    paperinikredstar non è in linea
  4. #24
     Colonnello
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 253
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    n€Store
    Cash: n€ 23 142=
    Banca: n€ 0=

    I costi

    Ho appena finito di aggiornare il mio manuale di Risiko. Tra gli ampliamenti, c'e' anche il costo del gioco della carta. Rispetto a quanto suggerito da Alobox, e alla mia risposta di qualche settimana fa, ho rilevato parecchi elementi che portano il vantaggio di carri per chi fa carta rispetto a chi fa un attacco soltanto per risparmiare il minuto di penalizzazione, da un minimo di 1 ad un massimo di 3.

    Ciao


    Redstar



    Il gioco della carta - Quanto costa


    Per fare carta consumiamo mediamente circa 3 armate a turno (1 nel combattimento per conquistare il territorio cuscinetto, a cui vanno aggiunte le 2 da lasciare sul territorio dopo lo spostamento). In cambio di questo otteniamo ovviamente un tris ogni 3 carte circa.
    Quantifichiamo il numero di armate che si ottengono in circa 10 ogni 3 turni (un tris "medio", diciamo). A queste 10 armate sottraiamo le 9 che si perdono (3 armate a turno per 3 turni), e otteniamo un guadagno di 1 carro ogni 3 turni. Possiamo concludere che il rendimento é praticamente nullo; tanti carri persi, tanti carri presi. Anche il costo e' quindi pari a 0.
    Il vantaggio consiste nel poter giocare improvvisamente un tris in qualunque parte della mappa; cosa che sarebbe molto difficile, molto lenta, e spesso impossibile, utilizzando esclusivamente le armate di rinforzo dovute ai territori posseduti e lo spostamento.

    E’ bene precisare che se gli avversari che non partecipano al gioco della carta fanno un attacco ogni turno per risparmiare il minuto di penalizzazione e poi passano, coloro che fanno il gioco della carta non guadagnano piu’ il minuto rispetto agli altri, ma hanno un guadagno superiore dato dal fatto che mediamente il loro consumo di carri per turno e’ 0, mentre chi fa un attacco 3 contro 3 consuma mediamente 2 carri (senza ottenere carta). Ne consegue che il vantaggio di chi fa carta e di +2 carri a turno.



    Il gioco della carta – Come contrastarlo


    In realta’ il vantaggio di carri, in una situazione in cui facciamo carta con un altro giocatore e gli altri due fanno un attacco “standard” all’unico scopo di risparmiare il minuto di penalizzazione, varia, a seconda delle scelte degli avversari, da un minimo di 1 a un massimo di 3.
    Ovviamente la scelta migliore, per loro, e’ quella in cui perdono un solo carro a turno rispetto a noi. Se ci trovassimo noi nella stessa situazione, cioe’ di dover fronteggiare un gioco della carta invece che in quella di parteciparvi, sarebbe la scelta meno dispendiosa in termini di carri. Naturalmente, tutte le volte che e’ possibile, e’ bene cercare di essere sempre nella situazione di farlo noi il gioco della carta, e non di subirlo.

    Tornando all’analisi dei costi, il metodo migliore per contrastare il gioco della carta e’ il seguente:

    - i giocatori esclusi fanno un attacco singolo, allo scopo di risparmiare il minuto di penalizzazione, su un territorio di proprieta’ di uno dei giocatori che stanno facendo carta. In questo modo perdono mediamente 2 carri a turno, ma infliggono anche la perdita di 1 carro, per un totale di -1 rispetto a chi fa carta.

    Il metodo peggiore invece (che e’ quello che ogni giocatore che stia facendo carta spera venga attuato dagli avversari ) e’ questo:

    - Il giocatore escluso fa un attacco singolo, allo scopo di risparmiare il minuto di penalizzazione, su un territorio di proprieta’ dell’altro giocatore escluso. L’altro giocatore escluso fa lo stesso. In questo modo perdono mediamente, ogni turno, 2 carri quando attaccano e 1 carro quando subiscono l’attacco, per un totale di -3 rispetto a chi fa carta.
    paperinikredstar non è in linea
  5. #25
     In attesa di autenticarsi
    Forum Utente non accreditato
    Dal: maggio 2004
    Messaggi: 12
    Profilo: 82 visite
    Gradimento: 6
    6.7

    n€Store
    Cash: n€ 0=
    Banca: n€ 0=

    Grazie Redstar

    Ho sempre disprezzato il gioco della carta ma dopo avere letto il tuo manuale ho cambiato idea, infatti ora sono pienamente d'accordo con te anche perchè usare proficuamente la *Tattica* della carta è tuttaltro che elementare ma se applicata correttamente può dare grossi risultati come qualsiasi gioco di squadra.
    Soprattutto contro chi lo ritiene scorretto infatti egli tenderà a sbilanciarsi bper porre fine a quello che ritiene un soppruso.
    Aladino81 non è in linea
  6. #26
     soldato
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: aprile 2005
    Messaggi: 72
    Profilo: 242 visite
    Gradimento: 13
    8.4

    n€Store
    Cash: n€ 0=
    Banca: n€ 0=

    Re: Monografia: il gioco della carta

    Non potete affermare in assoluto che sia una buona o cattiva mossa...dipende dalla partita, dai dadi che non "girano" (non è vero ma ci credo), da con chi la fai...a me personalmente non piace, ma fa parte del gioco: di conseguenza la uso...non ho i vostri gradi ma gioco da 15 anni, pur avendone solo 23...
    ciaooooooooooooooooooooooo
    DavideI non è in linea
  7. #27
     S.tenente
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: marzo 2005
    Prov: PG - Perugia
    Messaggi: 1 064
    Profilo: 0 visite
    Gradimento: 0
    0.0

    n€Store
    Cash: n€ 250=
    Banca: n€ 0=

    Re: Monografia: il gioco della carta

    WELA'''' AMISCI.......


    La tua culla vorresti dire che era fatta come la scatola porta armate del Prestige?????



    Che spettacolo, quando mi nascera' il primogenito, giuro che lo faro' crescere come te.......



    Ciauuuuu



    Christian Gentili
    tacchio1976 non è in linea
  8. #28
     soldato
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: aprile 2005
    Messaggi: 72
    Profilo: 242 visite
    Gradimento: 13
    8.4

    n€Store
    Cash: n€ 0=
    Banca: n€ 0=

    Re: Monografia: il gioco della carta

    Fai benissimo...mi manca solo il digital che non mi piace perchè voglio guardare negli occhi chi sbatto fuori da una partita... ...vorrei fare 3 figli per una partita ogni sera io...
    DavideI non è in linea
  9. #29
     Serg. Magg.
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: aprile 2004
    Da: ROMA
    Messaggi: 375
    Profilo: 620 visite
    Gradimento: 30
    9.0

    n€Store
    Cash: n€ 0=
    Banca: n€ 0=

    Re: Monografia: il gioco della carta

    w il gioco della carta!!!

    Ma solo nelle partite Classiche...

    Credo che nelle partite torneo diventi un arma talmente a doppio taglio da poter facilmente portare alla sconfitta.

    Concordo con chi dice che in alcuni momenti della partita diventa quasi una "necessità" ma tendo sempre ad evitarlo...
    niccox non è in linea
  10. #30
     Colonnello
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 253
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    n€Store
    Cash: n€ 23 142=
    Banca: n€ 0=

    Re: Monografia: il gioco della carta

    Quote niccox ha scritto:
    w il gioco della carta!!!

    Ma solo nelle partite Classiche...

    Credo che nelle partite torneo diventi un arma talmente a doppio taglio da poter facilmente portare alla sconfitta.

    Concordo con chi dice che in alcuni momenti della partita diventa quasi una "necessità" ma tendo sempre ad evitarlo...
    Dipende con chi giochi. Se sono in 3 a pensare che il gioco della carta non vado adottato, tranne quando e' necessario, il quarto non potra' utilizzarlo. In tutti gli altri casi rimane sempre un'arma molto importante.
    paperinikredstar non è in linea

Pagina 3 di 4 primaprima 1 2 3 4 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Il gioco della carta.
    Da go johnny nel forum Salerno - RisiKo! Club «il Guiscardo» (2003-2013)
    Risposte: 28
    Ultimo post: 28-11-2005, 23:02
  2. Il gioco della carta.
    Da dibe2000 nel forum RisiKo! Accademia
    Risposte: 27
    Ultimo post: 04-12-2004, 18:25

Navigazione

Tag per questa discussione