Annuncio

Annuncio

Visualizzazione da 1 a 4 di 4
Discussione: Morta Laura Antonelli
  1. #1
     Generale CSM
     Administrator
    Forum Utente non accreditato
    Dal: January 2003
    Prov: MI - Milano
    Messaggi: 63 805
    Profilo: 23519 visite
    Gradimento: 389
    9.1

    n€Store
    Cash: n€ 244 464=
    Banca: n€ 15 034=

    Morta Laura Antonelli



    Addio a Laura Antonelli
    L'attrice aveva 74 anni


    Sonego la ricordava così: bellissima e "pazza"


    Nata a Pola, il 28 novembre 1941, da ragazza sembrava destinata a fare l'insegnante di educazione fisica, ma subito dopo gira alcuni caroselli pubblicitari e si mette in luce come attrice di fotoromanzi. Debutta nel cinema a 25 anni conLe sedicenni (opera prima di Luigi Petrini, 1966), presto seguito da altri film che rivelano il suo irresistibile e morbido sexy-appeal. Venere dall'aria dolce e dallo sguardo sognante (in parte merito della miopia), nel 1971 conquista il cuore di Jean-Paul Belmondo durante le riprese de Gli sposi dell'anno secondo (Jean-Paul Rappeneau). Con Malizia (Salvatore Samperi, 1973), si aggiudica un David di Donatello e un Nastro d'argento come miglior attrice e s'impone come indiscussa capostipite del genere erotico all'italiana. Traversa gli anni '70 esibendo sullo schermo le sue forme senza veli ("In fondo ci spogliamo tutti una volta al giorno"), arrivando a moltiplicarsi nei divertenti episodi di Sessomatto (Dino Risi, 1973). Sotto la guida di registi come Giuseppe Patroni Griffi (Divina creatura, 1975) o Luchino Visconti (L'innocente, 1976) dimostra di saper affrontare ruoli più drammatici e impegnativi, senza mai rinunciare all'arte della seduzione, magari con l'aiuto di fili di perle o di merletti trasparenti. Particolarmente a suo agio nell'incarnare bellezze d'altri tempi, nel 1981 si fa rubare la scena da un'attrice molto meno bella di lei, la brava Valeria D'Obici, (Passione d'amore, Ettore Scola, 1981).


    Tesla referral
    We are the sons and daughters of all the freedom fighters.
    And there are still many rivers to cross.
    Hands in the air, screaming loud and clear for freedom, justice and equality.
    There is no black or white, there is only right and wrong.
    We are unknown heros, we are flesh and we are blood.
    We are the great future.
    We need to get back to the joy of living.
    We are five fingers of an empty hand.
    But together, we can also be the fist.
    Sometimes change can be as simple as two hands reaching for one another.
    Clap your hands.


  2. #2
     Colonnello C.te
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: August 2008
    Prov: SA - Salerno
    Messaggi: 17 708
    Profilo: 5847 visite
    Gradimento: 134
    8.8

    n€Store
    Cash: n€ 6 426=
    Banca: n€ 15 039=

    Re: Morta Laura Antonelli

    Quote highlander ha scritto: Visualizza il messaggio


    Addio a Laura Antonelli
    L'attrice aveva 74 anni


    Sonego la ricordava così: bellissima e "pazza"


    Nata a Pola, il 28 novembre 1941, da ragazza sembrava destinata a fare l'insegnante di educazione fisica, ma subito dopo gira alcuni caroselli pubblicitari e si mette in luce come attrice di fotoromanzi. Debutta nel cinema a 25 anni conLe sedicenni (opera prima di Luigi Petrini, 1966), presto seguito da altri film che rivelano il suo irresistibile e morbido sexy-appeal. Venere dall'aria dolce e dallo sguardo sognante (in parte merito della miopia), nel 1971 conquista il cuore di Jean-Paul Belmondo durante le riprese de Gli sposi dell'anno secondo (Jean-Paul Rappeneau). Con Malizia (Salvatore Samperi, 1973), si aggiudica un David di Donatello e un Nastro d'argento come miglior attrice e s'impone come indiscussa capostipite del genere erotico all'italiana. Traversa gli anni '70 esibendo sullo schermo le sue forme senza veli ("In fondo ci spogliamo tutti una volta al giorno"), arrivando a moltiplicarsi nei divertenti episodi di Sessomatto (Dino Risi, 1973). Sotto la guida di registi come Giuseppe Patroni Griffi (Divina creatura, 1975) o Luchino Visconti (L'innocente, 1976) dimostra di saper affrontare ruoli più drammatici e impegnativi, senza mai rinunciare all'arte della seduzione, magari con l'aiuto di fili di perle o di merletti trasparenti. Particolarmente a suo agio nell'incarnare bellezze d'altri tempi, nel 1981 si fa rubare la scena da un'attrice molto meno bella di lei, la brava Valeria D'Obici, (Passione d'amore, Ettore Scola, 1981).




    ehhh.. mi ricorda la Beata gioventù
    Marc Marquez è una ME.RD.A
  3. #3
     Colonnello C.te
     
    Forum Utente non accreditato
    Dal: July 2003
    Prov: FC - Forlì-Cesena
    Messaggi: 13 385
    Profilo: 5269 visite
    Gradimento: 162
    8.3

    n€Store
    Cash: n€ 115 761=
    Banca: n€ 0=

    Re: Morta Laura Antonelli

    Quote wolf62 ha scritto: Visualizza il messaggio


    ehhh.. mi ricorda la Beata gioventù
    cambia smillo allora
    "..le parole del colonnello dicevano stranamente che l' Italia era la',la'...dove,non lo intendevamo,ma noi la facemmo lì,fra i reticolati,sotto gli occhi severi e giudici dei prigionieri russi e francesi che volevano vedere chi fossero questi-"macaroni"-" Adler Raffaelli
  4. #4
     Magg. C.te
     
    Premium: 102º 100p.
    GT/GS/Vitt: 1/0/0
    Forum Utente non accreditato
    Dal: January 2011
    Prov: BS - Brescia
    Messaggi: 3 967
    Profilo: 1068 visite
    Gradimento: 58
    5.7

    n€Store
    Cash: n€ 46 581=
    Banca: n€ 0=

    Re: Morta Laura Antonelli

    Quote highlander ha scritto: Visualizza il messaggio


    Addio a Laura Antonelli
    L'attrice aveva 74 anni


    Sonego la ricordava così: bellissima e "pazza"


    Nata a Pola, il 28 novembre 1941, da ragazza sembrava destinata a fare l'insegnante di educazione fisica, ma subito dopo gira alcuni caroselli pubblicitari e si mette in luce come attrice di fotoromanzi. Debutta nel cinema a 25 anni conLe sedicenni (opera prima di Luigi Petrini, 1966), presto seguito da altri film che rivelano il suo irresistibile e morbido sexy-appeal. Venere dall'aria dolce e dallo sguardo sognante (in parte merito della miopia), nel 1971 conquista il cuore di Jean-Paul Belmondo durante le riprese de Gli sposi dell'anno secondo (Jean-Paul Rappeneau). Con Malizia (Salvatore Samperi, 1973), si aggiudica un David di Donatello e un Nastro d'argento come miglior attrice e s'impone come indiscussa capostipite del genere erotico all'italiana. Traversa gli anni '70 esibendo sullo schermo le sue forme senza veli ("In fondo ci spogliamo tutti una volta al giorno"), arrivando a moltiplicarsi nei divertenti episodi di Sessomatto (Dino Risi, 1973). Sotto la guida di registi come Giuseppe Patroni Griffi (Divina creatura, 1975) o Luchino Visconti (L'innocente, 1976) dimostra di saper affrontare ruoli più drammatici e impegnativi, senza mai rinunciare all'arte della seduzione, magari con l'aiuto di fili di perle o di merletti trasparenti. Particolarmente a suo agio nell'incarnare bellezze d'altri tempi, nel 1981 si fa rubare la scena da un'attrice molto meno bella di lei, la brava Valeria D'Obici, (Passione d'amore, Ettore Scola, 1981).


    giacomo lazzari

Discussioni simili

  1. Andrea Antonelli è morto.
    Da tetone2008 nel forum Sport
    Risposte: 10
    Ultimo post: 22-07-2013, 21:12
  2. E' morta George...
    Da highlander nel forum Community Board
    Risposte: 8
    Ultimo post: 25-06-2012, 10:20
  3. Laura Pausini
    Da highlander nel forum Music&Lyrics
    Risposte: 1
    Ultimo post: 23-11-2011, 15:27
  4. SUMMERISIKO! 2010 - 12 LUGLIO - TIRRENIA - BAGNO LAURA
    Da RCU FIRENZE nel forum Firenze - RisiKo! Club «Maledetti Toscani»
    Risposte: 2
    Ultimo post: 23-07-2010, 19:53

Navigazione

Tag per questa discussione