Annuncio

Annuncio

Visualizzazione da 1 a 7 di 7
Discussione: The creators - the past
  1. #1
     Colonnello
     
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 280
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    The creators - the past

    Buonasera,
    vorrei segnalare un film veramente interessante per molteplici aspetti, che dovrebbe finalmente uscire il 19 Marzo (periodo un pò sfortunato in tempi di nuovo corona virus, e dire che si parla dell'uscita del film dal 2016!).
    Il film è "The creators - the past", un colossal italiano di fantascienza, quasi sicuramente il miglior film di fantascienza mai realizzato in Italia (che dovrebbe essere il primo di una trilogia).
    Nel film dovrebbe essere presente anche Mauro Biglino (che mi pare reciti in una piccolissima sequenza), di cui si è parlato anche su questo forum, che interpreta se stesso.
    Il film (finalmente dichiaratamente anche nel trailer) dovrebbe mostrarci un' interpretazione alternativa a quella cristiana (e non solo) della Bibbia e fornirci quindi un'ipotesi con qualche elemento di realtà in più sulle nostre origini.
    Il cast è straordinario, cito solamente due attori della "vecchia guardia": William Shatner (il mitico Capitano dell'Enterprise di Star Trek, James Tiberius Kirk) e Gerard Depardieu.
    Il regista è Piergiuseppe Zaia, che a me risulta piuttosto sconosciuto, ma che deve essere molto capace (non solo come regista) per aver realizzato un film del genere interamente in Italia, con questo cast.
    Il film ha già vinto molti premi, speriamo che esca, anche se il tanto atteso momento, che avrebbe dovuto essere quello migliore, è uno dei peggiori probabilmente.
    Potrebbero rimandare ulteriormente l'uscita, vedremo.


    https://www.mymovies.it/film/2020/creators-the-past/
    Giudicare preclude la possibilità di conoscere.
    "La mia libertà finisce dove comincia la vostra." - Martin Luther King

    Non abbandonerò alcuna partita, per alcun motivo, nemmeno subito dopo lo start. Questa comunicazione è da considerarsi sostitutiva di una analoga comunicazione pre-partita.

    http://forum.egcommunity.it/showthre...06#post1124806
    Quando diamo un giudizio assoluto (non limitato ad un fatto) su una persona, stiamo in realtà esprimendo il giudizio che abbiamo di noi stessi.
  2. #2
     Colonnello
     
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 280
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    Re: The creators - the past

    Pare che esca l' 8 Ottobre.
  3. #3
     Colonnello
     
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 280
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    Re: The creators - the past

    Lo so che state aspettando la recensione, siete stati gentili a non fare centinaia di richieste. Eccola.

    L'ho visto ieri. È un film strano. Ci si accorge che non è un film Hollywoodiano, ma europeo (e anche italiano), soprattutto perché non c'è un protagonista principale. I tanti protagonisti hanno probabilmente costretto anche ad eliminare la loro presentazione esauriente, oppure è una scelta. Manca anche quasi del tutto la spiegazione esauriente del contesto, del funzionamento di ciò che è nuovo, che in un film di fantascienza normalmente è presente, soprattutto pensando a famosissime saghe americane. Tutto questo rende il film molto dinamico e forse questo è voluto. Diversamente i fatti narrati sarebbero molto noiosi. Per contro il film è più difficile da seguire e i personaggi sono appena tratteggiati.
    Ci sono anche un paio di dialoghi piuttosto ridicoli, in uno si sente proprio che manca una risposta, l'altro personaggio parla tardivamente e risponde soltanto alla seconda frase. I dialoghi in generale sono molto impostati, teatrali. Tuttavia in parte sono giustificati dalla tipologia dei personaggi e il realismo comunque non manca. Gli effetti speciali sono belli e snelli ( e numerosi), il film fluisce bene e in modo sufficientemente credibile (nonostante lo scarso approfondimento dei personaggi, come già detto). Deludente il finale che non finisce, proprio un taglio netto che impedisce al film di essere completo senza il continuo. Tutto il film appare così come una presentazione, un prologo al "grosso" degli avvenimenti che saranno narrati.
    Il film comunque mi è piaciuto, è visivamente interessante e ben curato. Certamente un film insolito per una produzione italiano, anzi unico. Per quanto riguarda la realizzazione tecnica senz'altro promosso.
  4. #4
     soldato
     
    Premium: 29º 117p.
    GT/GS/Vitt: 2/2/1
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: aprile 2019
    Prov: GR Grosseto
    Messaggi: 90
    Profilo: 0 visite
    Gradimento: 0
    0.0

    Re: The creators - the past

    Ciao Stefano (tu non mi conosci, ma io “conosco” te, avendo letto e molto apprezzato il tuo manuale di risiko, per il quale ti faccio i miei più sinceri complimenti: chiaro, lineare, tecnico – pregevolissimi gli approfondimenti sulla cartina e il suo utilizzo – ma anche profondo in relazione ai concetti di sportività ed eccellenza – maestoso a questo proposito il passaggio sul creare il vuoto*!), grazie per la segnalazione di questo film che mi incuriosisce.

    Ti volevo chiedere se la trama è incentrata sull’esplicazione della concezione – alla quale non credo, ma che considero altamente suggestiva – cara a Biglino degli Elohim come “pseudoanunnaki” alla Sitchin, cioè alieni che in tempi remoti vennero sul nostro pianeta e “crearono” gli umani manipolando il patrimonio genetico di specie autoctone, in particolare introducendovi sequenze del proprio DNA.

    * “Vincere e perdere fa parte dello stesso mondo: giocare. Vince chi insegue l'eccellenza, perché annullando tutto ciò che riguarda le persone coinvolte nella partita, se stesso compreso, crea un vuoto sul quale può nascere qualcosa di nuovo.”
    In fondo tutto proviene dal fatto che la volontà deve divorare se stessa, poiché nulla esiste fuori di lei, ed ella è una volontà affamata.

    [Schopenhauer]


  5. #5
     Colonnello
     
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 280
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    Re: The creators - the past

    Quote Rutran ha scritto: Visualizza il messaggio
    Ciao Stefano (tu non mi conosci, ma io “conosco” te, avendo letto e molto apprezzato il tuo manuale di risiko, per il quale ti faccio i miei più sinceri complimenti: chiaro, lineare, tecnico – pregevolissimi gli approfondimenti sulla cartina e il suo utilizzo – ma anche profondo in relazione ai concetti di sportività ed eccellenza – maestoso a questo proposito il passaggio sul creare il vuoto*!), grazie per la segnalazione di questo film che mi incuriosisce.

    Ti volevo chiedere se la trama è incentrata sull’esplicazione della concezione – alla quale non credo, ma che considero altamente suggestiva – cara a Biglino degli Elohim come “pseudoanunnaki” alla Sitchin, cioè alieni che in tempi remoti vennero sul nostro pianeta e “crearono” gli umani manipolando il patrimonio genetico di specie autoctone, in particolare introducendovi sequenze del proprio DNA.

    * “Vincere e perdere fa parte dello stesso mondo: giocare. Vince chi insegue l'eccellenza, perché annullando tutto ciò che riguarda le persone coinvolte nella partita, se stesso compreso, crea un vuoto sul quale può nascere qualcosa di nuovo.”
    Ciao Andrea,
    ti ringrazio per i complimenti e per aver acquistato e letto il mio manuale.
    Si, il film segue la teoria degli "alieni manipolatori", ma si limita a brevi cenni su questo. Non sembra la storia della nostra creazione; il passato citato nel titolo sembra essere quello dell'anno 2012.
    Tuttavia non si può escludere che nel secondo e terzo film previsti sia narrata la distruzione del nostro pianeta e la sua ricostruzione. Ma non mi pare sia quella la direzione. Non so che dirti, sembra una storia senza basi veritiere, ma animata da personaggi che potrebbero essere simili ad alieni realmente esistenti e/o esistiti.
    So che c'è anche un libro, ma non l'ho letto.
  6. #6
     T. Colonnello
     
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: giugno 2003
    Messaggi: 5 234
    Profilo: 88 visite
    Gradimento: 12
    6.2

    Re: The creators - the past

    Quote paperinikredstar ha scritto: Visualizza il messaggio
    Ciao Andrea,
    ti ringrazio per i complimenti e per aver acquistato e letto il mio manuale.
    o.
    Interessante..., io invece volevo sapere secondo te quanto varrebbe un manuale di Risiko scritto dal Proff tu mi curi la parte commerciale e tecnica , ii ci metto la mia indiscutibile genialita' ludica ...(lo chiedo seriamente)
  7. #7
     Colonnello
     
    Forum Utente accreditato Challenge
    Dal: giugno 2003
    Da: Varese
    Prov: VA - Varese
    Messaggi: 10 280
    Profilo: 5117 visite
    Gradimento: 84
    8.2

    Re: The creators - the past

    Quote superlukeprof ha scritto: Visualizza il messaggio
    Interessante..., io invece volevo sapere secondo te quanto varrebbe un manuale di Risiko scritto dal Proff tu mi curi la parte commerciale e tecnica , ii ci metto la mia indiscutibile genialita' ludica ...(lo chiedo seriamente)
    Ciao super, come stai?
    Non so quanto tu sia serio, e siamo comunque OT, ma mi fa piacere che tu sia intervenuto.
    Che tu sia un grande giocatore non credo ci siano dubbi. A questo proposito però devo ricordare, come ho già fatto altre volte, che nella nostra prima epica partita ti ho battuto facendo cartina con gli altri due giocatori. Una volta che ti hanno indebolito ci ho poi pensato io stesso ad attaccarli e a vincere la partita.
    Negli anni a seguire la tua ascesa è stata incontenibile, le partite in cui giocavamo insieme le vincevano al 50 per cento circa. Adesso probabilmente vinceresti quasi sempre tu, anche perché non gioco da anni ormai.
    Un tuo manuale sarebbe interessante, sei un giocatore completo, quello che ti mancava lo hai letto sul mio manuale
    Tu stesso una volta hai scritto che tutti dovrebbero leggere il mio manuale almeno una volta.
    Non hai bisogno di me per commercializzare il tuo manuale, ma se hai bisogno di qualche informazione sull'autopubblicazione chiedi pure.
    Comunque grazie per il tuo messaggio, col quale fai consapevolmente pubblicità al mio manuale; anche se non ci siamo mai conosciuti né mai tenuti in contatto virtualmente, sei sempre stato un buon amico. Anche io quando vedo che ti citano in qualche messaggio ti ricordo sempre con affetto.
    Per rispondere alla tua domanda, a parità di pagine potresti vendere il tuo manuale allo stesso prezzo del mio